Sicurezza chimica in laboratorio

Quando si lavora con prodotti chimici, in particolare quelli pericolosi, la sicurezza è fondamentale. Ovviamente sono obbligatori i dispositivi di protezione individuale adeguati, ma è opportuno considerare anche altre opzioni che garantiscono la sicurezza del laboratorio:

  • Manipolazione di prodotti chimici - scegliere prodotti facili da maneggiare e di contenitori più sicuri possono fare la differenza
  • Tenere a portata di mano dispositivi assorbenti adeguati per essere pronti in caso di fuoriuscite o rotture accidentali
  • Evitare inutili rischi utilizzando prodotti chimici alternativi più sicuri ed effettuando il monitoraggio dei residui nocivi
  • Proteggere le superfici di lavoro 
  • Stoccare le sostanze chimiche con etichettatura appropriata (con indicazione delle sostanze pericolose) 

Abbiamo incluso alcune FAQ che ci auguriamo troverai utili, oltre ad informazioni sui regolamenti REACH e CLP. Inoltre, puoi scaricare le linee guida generali sulla sicurezza e una guida tecnica. Sono disponibili i link alla nostra funzione di ricerca delle MSDS all'interno del sito Web e il selettore della documentazione dei prodotti.

Fai il quiz

Watch the "Understanding chemicals to create a safer lab" webinar:

Registration

Le scelte per un confezionamento più sicuro

Solventi e acidi in bottiglie di plastica

Le bottiglie di plastica per acidi e solventi AnalaR NORMAPUR® sono sicure, praticamente infrangibili, ecologiche, leggere e facili da maneggiare.

Bottiglie di vetro rivestito per acidi

Bottiglie Safebreak specifiche per acidi. Il rivestimento in PE trattiene l'acido in caso di rottura del vetro.

Bottiglie in alluminio per solventi per HPLC

I contenitori in alluminio garantiscono un'elevata purezza dei solventi e sono inoltre infrangibili, leggeri e facili da maneggiare.

Portaflaconi di sicurezza

Portaflaconi di sicurezza colorati e pratici per il trasporto di acidi, alcali e solventi.

Prodotti chimici da laboratorio sicuri

Gel di silice

I gel di silice sono essiccanti sicuri, al contrario degli indicatori di umidità più vecchi in essi inclusi.

Detergenti biodegradabili

I detergenti concentrati LABWASH® Premium contengono ingredienti biodegradabili a basso consumo e azione pulente elevata. Utilizzare LABWASH® per ottenere una pulizia eccellente più delicata per voi e per l'ambiente.

Solventi ecologici

La sintesi organica può utilizzare sostanze tossiche e cancerogene. VWR Chemicals offre alcuni solventi alternativi più ecologici - 2-metiltetraidrofurano, 1,3-diossolano, ciclopentil-metil-etere e 1,3-propandiolo che possono ridurre l'esposizione.

Solventi anidri

Una gamma completa di solventi a elevata purezza con livelli di acqua estremamente ridotti prodotta appositamente per applicazioni Biotech e organiche sensibili all'umidità.

Strisce reattive per perossido

Le strisce reattive per perossido vengono utilizzate per identificare rapidamente i perossidi inorganici in soluzioni acquose e solventi organici.

Strisce reattive per acido peracetico

Le strisce reattive per acido peracetico vengono utilizzate per identificare eventuali residui di acido peracetico dopo la disinfezione.

Prodotti e servizi per la sicurezza

Prodotti assorbenti per fuoriuscite

Si desidera riuscire a contenere eventuali fuoriuscite o rotture in maniera rapida ed efficiente, per questo è utile tenere a portata di mano una selezione di prodotti assorbenti adeguati.

Etichette di sicurezza

Le etichette di sicurezza sono utili in caso di miscele o di trasporto di campioni. Sono conformi alle normative GHS (sistema generale armonizzato, Global Harmonised System) per le miscele e le sostanze chimiche.

Protezioni da banco

Le protezioni da banco costituiscono una barriera fondamentale contro le fuoriuscite di liquidi, i campioni riscaldati o le vibrazioni delle apparecchiature.

FAQ

ACIDI

1. Quali sostanze sono incompatibili con l'acido?

  • L'acido acetico è incompatibile con cromo (IV) ossido, acido nitrico, alcol, glicole etilenico, acido perclorico, perossidi e permanganati
  • L'acido nitrico è incompatibile con acido acetico, anilina, cromo (IV) ossido, acido cianidrico, solfuro di idrogeno, liquidi e gas infiammabili
  • L'acido ossalico è incompatibile con argento e mercurio
  • L'acido perclorico è incompatibile con anidride acetica, bismuto e lega di bismuto, alcol, carta e legno
  • L'acido solforico è incompatibile con clorato di potassio, perclorato di potassio e permanganato di potassio

2. È possibile utilizzare l'acido citrico GPR RECTAPUR® (20273*) per decalcificare le macchine per caffè?

SÌ! Per decalcificare una macchina per caffè, sciogliere la massima quantità possibile di acido cristallino in acqua calda (40 - 50 °C). Quando la soluzione si raffredda, eliminare i sedimenti non disciolti e versare la soluzione nella macchina. Dopo la decalcificazione, sciacquare la macchina una o due volte con acqua di rubinetto. Assicurarsi che l'acido citrico sia stato eliminato; controllare l'acqua di risciacquo con una striscia per pH.


3. Come posso lavorare in sicurezza con l'acido fluoridrico NORMATOM® (83873* o 85029*)?

È disponibile una speciale combinazione di sicurezza per lo stoccaggio e il dosaggio di acido fluoridrico:

  • Bottiglie con pareti extra spesse
  • Guarnizione e tappo di sicurezza appositamente progettati
  • Speciale dispenser in grado di erogare la quantità precisa di acido necessario che garantisce il ritorno sicuro dell'ultima goccia nella bottiglia

4. Come gestire i rischi di esplosione dell'acido perclorico al 70% AnalaR® NORMAPUR® ACS (20589*)?

L'acido perclorico ad elevata concentrazione è estremamente corrosivo, ma non esplosivo. Ad una pressione normale, può essere riscaldato fino all'ebollizione con una fiamma libera. Tuttavia, se è presente anche la minima traccia di impurità organiche o se l'acido perclorico entra in contatto con una sostanza organica, potrebbe esplodere; pertanto è necessario conservarlo e manipolarlo con cautela per evitare contaminazioni.


5. Perché VWR Chemicals fornisce acido nitrico concentrato in bottiglie di plastica con una data di scadenza breve (2 anni)?

In questo lasso di tempo, l'acido nitrico concentrato aggredisce la plastica, di conseguenza la bottiglia potrebbe diventare fragile.


6. Come posso lavorare in modo sicuro con acido formico alla concentrazione del 100% AnalaR® NORMAPUR® (20318*)?

L'acido formico ad elevata concentrazione si scompone lentamente in monossido di carbonio e acqua. La formazione del gas fa aumentare la pressione nella bottiglia, che potrebbe esplodere. La reazione di decomposizione è più veloce con temperatura fino a 30 °C. Di conseguenza, forniamo acido formico in bottiglie con speciali tappi a vite.


7. Perché VWR Chemicals fornisce acido nitrico al 99% (85851*, 85850*) con confezioni e tappi speciali?

L'acido nitrico fumante emette fumi rossastri-marroni a causa dell'azione della luce e del calore. Questi fumi causano l'aumento della pressione all'interno del contenitore e, in alcuni casi, ne provocano l'esplosione. Le confezioni e i tappi speciali VWR Chemicals evitano questi problemi di sicurezza.


CONFEZIONAMENTO

8. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle bottiglie di vetro e di plastica in polietilene ad alta densità (HDPE)?

Oltre alla maggiore sicurezza offerta dall'HDPE, queste bottiglie di plastica risultano particolarmente utili quando si utilizzano numerosi acidi e/o si tiene conto dei costi di acquisto. L'alta qualità delle bottiglie in HDPE ne garantisce la compatibilità con il nostro livello di purezza analitica elevata (Analar NORMAPUR) e la confezione è più economica e molto più leggera rispetto alle bottiglie di vetro. 


9. Che cos'è l'EMBASAFE?

Questo speciale confezionamento rivestito in PE offre la massima protezione in caso di rottura del vetro poiché ne impedisce il distacco, rendendo più facile la gestione. Ovviamente il vetro è completamente compatibile con il nostro livello di purezza analitica elevata (Analar® NORMAPUR®) e può essere riciclato come una bottiglia di vetro classica.


10. Qual è il periodo di conservazione delle sostanze nelle bottiglie in PE?

Solventi: 5 anni
Acidi: 2 anni


ETICHETTE E REGOLAMENTO CLP

11. Quali sono le dimensioni minime delle etichette per miscele o campioni?


12. Come si legge un'etichetta VWR?

Le nuove etichette multilingue sono state ideate per trovare le informazioni necessarie in modo semplice e rapido. Esse includono sempre la data di scadenza per i prodotti integri e conservati correttamente e, solitamente, uno spazio per inserire la data di ricezione e/o della prima apertura della bottiglia.

Inoltre, le nuove etichette sono conformi ai requisiti CLP. Le specifiche garantite del prodotto sono indicate nell'etichetta, se lo spazio lo consente. In caso contrario, le specifiche VWR correnti sono reperibili nel sito Web vwr.com.


13. Come si possono manipolare i prodotti chimici in modo sicuro?

Prima di manipolare prodotti chimici pericolosi, fare riferimento alla scheda tecnica di sicurezza ed effettuare una valutazione dei rischi.

Scopri di più